scriptors catalans actuals més prolifics me gusta leer dones escriptores catalanes actuals

Fiore di plastica

Era un fiore di plastica che non sembrava reale. Forse perché c’erano momenti in cui sembrava falso e davano un’immagine di qualcosa che non era reale. Non era una bugia fiore. Era un vero fiore. Anche se qualcuno ha deciso che questo fiore era una bugia. E senza conoscere il grande caos che avrebbe causato il suo errore, ha gettato tutta quella bellezza nel contenitore di riciclaggio sbagliato.

Un ignorante della bellezza è successo lì. Lo vide spiccare sul resto della spazzatura riciclabile. L’ignorante decise di affondarlo un po ‘di più. Come se quel fiore fosse il più brutto di tutta la spazzatura.

Le persone ignoranti preferiscono ignorare ciò che non è più con loro e sprofondare nel più miserabile dei rifiuti, semplicemente perché non lo valutano.

Tutti hanno ignorato la bellezza di quel fiore. Era una bellezza che non era nascosta. Solo che era visibile a coloro che, davvero, sapevano apprezzarlo. Come la vera bellezza, era visibile solo agli occhi di alcuni.

Sfortunatamente, ci vorranno molte tempeste per arrivare quei fortunati che apprezzano la loro bellezza. Mentre il fiore lottava per sopravvivere tra tanta miseria.

Con il tempo il fiore è riuscito a non appassire. Era di una plastica della migliore qualità che esistesse. Ma, naturalmente, pochi hanno capito la qualità.

Era un fiore così forte che si rifiutava di morire annegato tra tutte quelle schifezze.

Un giorno approfittò della furia della tempesta con la libertà del vento per spingersi. Volevo uscire da quella spazzatura che voleva solo affogarla. Stavo cercando il sole per brillare nell’oscurità.

Qualcuno la vide e corse ad aiutarla. Era qualcuno che valutava la vera bellezza nella natura delle cose. Ha combattuto con lei, fino a quando non ha raggiunto il livello più alto che voleva. Alla fine voleva alzarsi così tanto da riuscire persino a erigere la sua bellezza su tutta quella spazzatura riciclabile. Alla fine, vide il sole splendere.

Il tempo passò e il fiore rimase sollevato. Molti, contemplando la sua forte bellezza, dissero che presto sarebbe caduto di nuovo, e sarebbe sprofondato di nuovo dove era sorta. Si sbagliavano. Quel fiore era così forte e fatto di plastica così buona che non sarebbe mai più caduto.

L’ignoranza distrugge la bellezza delle cose quando non è in grado di riconoscerla. Tuttavia, quel fiore di plastica era così resistente che nessuno potrebbe mai distruggerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.