Serial Chiller

Mese di agosto. Il sole brucia senza compassione per tutti e l’asfalto brucia sotto i piedi, nemmeno i gatti escono a passeggiare per le strade a questo punto in estate. La pigrizia del calore minaccia di uccidere lentamente la vita urbana, mentre le rive della spiaggia subiscono un alto tasso di bulimia dalle fughe dalla grande città e vomita corpi unti con oli grassi che lasciano pozze di grasso indissolubile nel mare. Dicono che il cambiamento climatico sta cambiando tutto, ma ci sono cose che non cambiano mai, e la spiaggia è ancora uno di quei luoghi di fuga, che non ha quasi complicazioni, oltre a sdraiarsi sulla bartola.

Fare le vacanze con entusiasmo è comune, ma ho anche trovato quest’anno un desiderio molto comune di non fare assolutamente nulla durante i giorni di vacanza, nemmeno di allontanarmi troppo dalla destinazione di origine. Non importa con chi parli, c’è quel desiderio condiviso di sparire, non importa dove o come, semplicemente sparire alcuni giorni emotivamente da tutto, ma anche con l’intenzione di essere un Serial Chiller, cioè godere, con piena consapevolezza e assolutamente , del dolce piacere di non fare nulla e di vivere Il Dolce Far Niente con stile.

Il Serial Chiller è una persona che, sopraffatta dalla dura routine della vita quotidiana, decide da un momento, soprattutto durante le vacanze, di evitare, per natura pura, qualsiasi tipo di responsabilità, evitando così lo stress e l’ansia per tutto ciò significa diventare persone che decidono di passare dai tiri sbagliati e scommettere solo sui bei tempi. In linea di principio, sembra una filosofia molto simile al noto pasota di una vita, ma è davvero qualcosa di molto più interessante per la salute, poiché stiamo parlando di quelle persone che sono sopraffatte dagli obblighi della routine, decidono, bruscamente e quasi impulsivo, scommetti sul dolce piacere di disconnetterti da tutto e tutti.

È normale che le vacanze allevino l’umore e migliorino la salute delle persone, ma diventare un refrigeratore seriale aumenta il tuo beneficio diventando pienamente consapevole di questa decisione e godendola al massimo, con la piena consapevolezza che non lo sei non fare assolutamente altro che godersi il tempo libero.

Quest’estate ho anche deciso di essere un Serial Chiller in piena regola, passare dai brutti tiri che possono esistere e godermi i momenti migliori al massimo. Vivi Il Dolce Far Niente e non fare assolutamente nulla per alcuni giorni, goditi il ​​tempo libero, il bel tempo e i bei tempi. Spero che tu abbia anche il coraggio di essere un refrigeratore seriale.

Buona estate a tutti.

 

* Colonna giornalistica pubblicata nella rubrica di Cristina Redondo: Il dolce far niente, sezione Tribuna del Diari di Sant Quirze il 08/08/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.