Sentire il dolore

Il dolore non è mai superficiale, ha sempre uno scopo, ci insegna qualcosa, ma ci mostra anche qualcosa. Il dolore non è mai invano. Più dolore emotivo fa male del dolore fisico. Il dolore fisico, ad alta intensità, è possibile ignorare come una persona per ore o anche giorni, ma se il corpo soffre è veramente forte, solo battendo e quindi superamento.
Il dolore emotivo non è mai superato. Al contrario, ma è possibile controllare, come un selvaggio, cavallo selvaggio, ma si ottiene domare e sicuro tenere le redini, poi lei si tira giù, ancora e ancora, e lentamente la rottura dentro primo luogo si rompe le ossa, una per una, fino a renderle polvere; allora la muscolatura, ti piace il estendere e contrarre è come un elastico che perde lentamente l’elasticità sia tirarlo; Gioca con il cuore, per certificare te esplodere in mille pezzi spara fuori come schegge … e cioè quando si esegue fuori sentimento, nessuna visione, o sentito, tanto meno tatto, perché il dolore che avete fatto a perdere … e, infine, , il dolore ti supera e ti vince e ti lascia anche senza testa.
Causare dolore in altri è molto facile, ea seconda di come è ancora più facile causare fisica, il dolore emotivo, come un tiro a segno fosse solo per prendere la mira ed è qui che la diga cade vittima.
L’istinto di sopravvivenza, dal terrore del dolore che la vittima agirà in tre modi: o fuggire o combattere e difendere se stessi o rimanere paralizzato e immobile.
La corsa è molto probabile che la vittima guardare alla loro appartenenza al gruppo naturale e avvisare gli altri membri del loro gruppo la possibile minaccia di un attacco, con un corrispondente risposta da membri del gruppo a cui provoca dolore.
D’altra parte, se la vittima, sentendo la minaccia del dolore, invece di fuggire vigliacco alla ricerca del gruppo, decide di affrontare e combattere, si può agire in due modi: combattere attivamente o passivamente combattere; saranno attivamente combattere quando si decide di attaccare l’avversario, che provoca dolore, e combattere passivamente quando decide di difendersi in modo indolore il suo avversario.
Il modo peggiore di difesa contro il dolore è quello in cui la vittima rimane immobile, paralizzato dal terrore di sentire dolore. In questa situazione, è quando sia lungo o breve termine, basta sorprendente morte e prese dolore di conquistare completamente e provocare il fallimento più assoluto.
Ma per gli altri coraggiosi il dolore è la soddisfazione, ma onestamente, non può essere più di una lotta di strategia vile per superare il dolore e allontanarsi vittorioso da questa situazione indesiderata di impotenza. In questa situazione si impara a sentire il dolore dal silenzio, quando iniziare si avvicina lentamente, fino alla fine, nel corso del tempo e attraverso molta osservazione, la ripetizione e l’apprendimento non sorprendere, perché si sa perfettamente che il percorso saranno, quali saranno e quanto cercherà di arrivare alla fine, se siete coraggiosi e forti, che conta molto, perché hai avuto il coraggio di guardare negli occhi direttamente al dolore, e con grande moderazione e capacità di recupero, che avete superato il suo effetto i vostri passi, con il quale il dolore non avrà raggiunto la sua fine Infine, dopo tutto il dolore, e come tutte le lotte per la sopravvivenza ostinati, si ottiene l’apprendimento che ti dà gli strumenti per superare e combattere futuri attacchi di dolore; ma, soprattutto, ciò che si ottiene è il miglioramento e, pertanto, la soddisfazione che il vincitore sia pieno di attacco dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.