escriptors catalans vius novela negra escriptors catalans

Sirio Sanguino, Josep Giralt

“È molto diverso capire la pelle delle parole che capire il cuore che batte dentro e che viene catturato dall’esperienza che la vita ti dà”
Josep Giralt, Sirio Sanguino

Quando Sirio Sanguino, il primo libro scritto da Josep Giralt e pubblicato da Editorial Gregal, cadde nelle mie mani, mi sono sentita un libro forte e ben scritto, degna di uno scrittore serio e responsabile con la letteratura, che ha promesso una storia interessante e divertente, e non mi ha deluso perché è così.

Per un po ‘di tempo non aveva letto una storia come quella raccontata da Josep Giralt in Sirio Sanguino. Una storia vicina all’autenticità nel suo linguaggio e al divertimento, narrata in una trama che attrae il lettore e seduce con una trama che non lascerà facilmente sfuggire.

Josep Giralt racconta la storia personale di Sirio Sanguino, un personaggio simpatico per la sua sfacciataggine e la freschezza che il lettore può odiare in certi momenti per le loro reazioni spiacevoli e inattese, ma che, tuttavia, non sono sufficienti a irrispettoso che il lettore smetta di provare simpatia per il personaggio e gli impedisce di continuare a leggere il libro.

Sirio Sanguino è un uomo di province che soffrono lo stigma sociale di due fattori importanti in un bambino: prima il bambino è sconosciuto da sua madre nella sua infanzia, la madre respinge e questo è finalmente cresciuto dalla zia materna; D’altra parte, Sirio Sanguino vive lo stigma sociale di essere un orfano di padre. In vari momenti della storia, si inchinò alla presenza sociale della morte e la loro esperienza e l’accettazione in determinati ambienti sociali con poche risorse economiche come il personaggio centrale della storia è fatto.

Josep Giralt ci porta attraverso le sue lettere ad una società tipica negli anni 1950-1960 della profonda Spagna, dove “fare la buona figura” e l’enorme differenza tra le classi sociali è al solito in quel momento. Josep Giralt ci fa una descrizione magistrale dell’atmosfera che vive il personaggio, mentre in parallelo, Sirio Sanguino cresce come un personaggio, matura e si evolvono come persona, lasciando dietro di sé il bambino dispettoso e irriverente che sarebbe diventato una marchetta e adulti intraprendente che sogna a prosperare a Madrid, presentata come la grande città in cui Sirio gira le sue illusioni, e dove la lotta Sirio per realizzare i propri sogni, dai sogni di prosperare in amore fino vita lavorativa, e dove trovare Sirio come un giovane adulto con le loro astuzie e trucchi, dolori e gioie, lotte di andare avanti e sopravvivere in un mai facile per il personaggio creato da eccitante vita Josep Giralt.

Sirio Sanguino è un combattente di carattere, come sono state molte persone del suo tempo, ma comunque come molte persone, al momento, è anche vittima di “fare la buona figura” così comune in quegli anni, e che la situazione lo porta a ignorare fattori della sua vita, che alla fine finisce per scoprire impressionante nella scena finale del romanzo, che, attraverso un dialogo intenso e forte, lo scrittore Josep Giralt fatto un ottimo lavoro di narrazione a confrontarsi Sirio Sanguino gli traumi più profondo, gli paure più odiate attraverso un dialogo epico e apotico con la madre del protagonista.

Vi consiglio caldamente la lettura di questo primo romanzo scrittore per diverse buone ragioni, le principali quelli che Josep Giralt con Siro Sanguino ottiene un romanzo qualità letteraria superiore, dove il linguaggio ricco e studiato, sorprendente per la sua autenticità, che un lettore abituati ai modi e usi linguistici di una città di provincia può venire come una sorpresa positiva, in aggiunta alla sua trama intensa il romanzo diverte il lettore e sarà piacevolmente godere della lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.